abc latina

ABC Latina punta verso modelli di economia circolare innovativa

Condivise dalla Giunta le proposte progettuali nell’ambito dei finanziamenti del PNRR. Il presidente Giorgi: «L’Azienda pronta a recepire le opportunità del Piano»

Le proposte progettuali presentate dall’Azienda per i Beni Comuni di Latina nell’ambito dei finanziamenti previsti dal PNRR sono state condivise dalla Giunta comunale che ha quindi delegato la propria azienda alla loro presentazione.

Si tratta di interventi che puntano al miglioramento della raccolta differenziata e all’ammodernamento degli impianti di trattamento e riciclo dei rifiuti urbani, in un’ottica di economia circolare ed efficientamento energetico.


«L’Azienda si è fatta trovare pronta a recepire e utilizzare le opportunità che ci vengono date dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. – ha dichiarato il presidente di ABC, Gustavo Giorgi – Le proposte elaborate si focalizzano su una progettazione impiantistica che valorizza quello che attualmente rappresenta un costo al conferimento, il cosiddetto “rifiuto”, trasformandolo in un prodotto vero e proprio, con un suo appeal sul mercato. In questo modo, oltre al risparmio determinato dal mancato conferimento, le casse comunali avranno anche un vantaggio economico determinato dalla vendita del prodotto stesso.

Un altro importante aspetto da sottolineare – continua il presidente Giorgi – è la realizzazione di un impianto fotovoltaico che affronta in maniera diretta la questione dell’aumento del costo dell’energia elettrica, voce che pesa sui bilanci aziendali.

Un’operazione sana dal punto di vista ambientale, che dà un reale contributo alla transizione energetica ed ecologica del Paese. Tutti gli interventi proposti vanno a qualificare la ABC dal punto di vista ambientale traendone anche un sensibile vantaggio economico».


Nell’ambito dei progetti per il miglioramento della raccolta differenziata, ABC propone la fornitura di container scarrabili multi-scomparto ad apertura controllata da collocare sul territorio, un sistema integrativo del nuovo Porta a Porta che consentirà alle utenze domestiche lo svuotamento dei mastelli, in fascia oraria predefinita e secondo il calendario di raccolta.

Gli interventi prevedono anche la disposizione di una piattaforma georeferenziata, di modelli di “fleet management” dei mezzi, della strumentazione hardware e software necessaria per il futuro avvio della tariffazione puntuale, e della fornitura di distributori di sacchetti automatici per le utenze.

I progetti, inoltre, riguardano il potenziamento e l’ammodernamento dei tre Centri comunali di raccolta – di Via Bassianese, di via Massaro (Latina Lido) e di Chiesuola (attualmente in attesa di autorizzazione all’esercizio) – e la realizzazione di strutture destinate al riutilizzo di beni in disuso.


Saranno realizzate anche delle stazioni di trasferenza e strutture logistiche per ridurre le distanze e i relativi costi ed emissioni, ed aumentare la produttività del servizio; e impianti automatizzati per la selezione e la valorizzazione degli imballaggi e dei rifiuti da imballaggio.

Guarda anche...

latina

Latina. “Settanta… e non sentirli!”, il concerto dell’Orchestra di fiati “G. Rossini”

Venerdì 27 Maggio ore 20.30 giardini del Conservatorio O. Respighi di Latina “Settanta… e non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.