luca liguori
Luca Liguori

Luca Liguori, candidato per Azione interviene sul tema della fruibilità del lungomare

Luca Liguori, candidato per Azione al consiglio comunale, interviene sul tema della fruibilità del lungomare e della micromobilità: “La fruibilità del lungomare deve essere necessariamente un punto cardine dell’agenda politica della prossima amministrazione, vista la situazione inaccettabile che residenti e turisti vivono ormai da anni”.

Il candidato prosegue, sottolineando i disagi che caratterizzano il raggiungimento delle spiagge durante la stagione estiva: “Attualmente, andare al mare rappresenta una vera e propria odissea: trovare un parcheggio, dopo una certa ora, diventa praticamente impossibile, e la maggior parte delle volte lo si trova molto lontano dal proprio lido.

In alcuni tratti, poi, non c’è neanche la possibilità di utilizzare una passerella per camminare in sicurezza, e si è costretti a raggiungere la propria destinazione invadendo la carreggiata, con tutti i rischi che ne conseguono.

Il tutto accompagnato dall’ elevatissimo numero di contravvenzioni che ogni estate si registra in questa zona e da una strada eccessivamente trafficata (per la sua viabilità chiaramente limitata) data l’affluenza giornaliera sulle spiagge di Sabaudia”.

E continua: “È fondamentale che il lungomare sia fruibile in tranquillità, che siano minimizzati i rischi e, contestualmente, massimizzata la comodità nel raggiungere la spiaggia (requisito minimo e basilare per una località che vuole offrire un servizio, perlomeno sufficiente, ai turisti)”.

Liguori rivela quindi la linea che Azione proverà a portare avanti: “Una soluzione la si può trovare a pochi passi dal ponte: si tratta di “Campo di Marte”.

Infatti, parliamo di un’area grandi dimensioni – in grado di ospitare un elevato numero di macchine- attualmente inutilizzata (a parte in alcuni periodi, durante i quali viene incomprensibilmente utilizzata come area per le giostre o come parcheggio non attrezzato)”.

E prosegue: “Campo di Marte potrebbe diventare lo snodo cardine della viabilità per il lungomare di Sabaudia, in cui sia offerta la possibilità di parcheggiare la macchina e, contestualmente, prendere un mezzo di trasporto sostenibile (navetta elettrica, scooter elettrico, bici elettrica, monopattino elettrico) che porti alla spiaggia nella modalità più consona per ogni utente. In questo modo si potrebbe ridurre drasticamente il traffico sul lungomare, andando anche a minimizzare il numero di mezzi inquinanti che, allo stato attuale, transitano in quella zona nei mesi estivi”.

Il candidato si sofferma anche sulla necessità di sfruttare le aree di sosta temporanee: “Ovviamente, il tutto dovrà essere accompagnato da un migliore utilizzo delle aree di sosta temporanee presenti sul lungomare, permettendo un’estensione di questo servizio anche in corrispondenza degli altri ingressi sul litorale”.

E conclude: “Una soluzione di questo tipo -se ben progettata in tutti i suoi aspetti- sarebbe perfettamente in linea con i principi dell’Agenda 2030 e dello sviluppo sostenibile, e consentirebbe di soddisfare i pilastri di tutela ambientale, inclusione sociale e crescita economica.

Inoltre, permetterebbe di risolvere un problema decennale, con il quale turisti e residenti si scontrano ormai ogni anno.

E, chissà, potrebbe essere l’inizio di una nuova fase del complicato rapporto tra Sabaudia ed il suo lungomare”.

Guarda anche...

smottamento sabaudia 25.09.22

Sabaudia. ll Consigliere Mellano sui danni del lungomare Pontino

“La calamità naturale che sta colpendo il nostro territorio è purtroppo frutto dei cambiamenti climatici …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.