L’Università delle Tre Età di Sermoneta

L’UNITRE di Sermoneta ha inaugurato con successo in questi giorni i corsi previsti nel programma del I quadrimestre: dalla danza medievale alla scherma antica, fino ai più classici corsi di lingua inglese e spagnola, informatica, comunicazione, nuovi media e giornalismo. Ce n’è per tutti i gusti e per chiunque voglia rimettersi in gioco con materie legate alla tradizione, al territorio, alla storia e all’arte, ma anche per chi desidera migliorare le proprie competenze e conoscenze legate al mondo del lavoro e alle nuove tecnologie.

Fiore all’occhiello di questa prima tranche di corsi è quello intitolato “Leggendo Marco. Alla ricerca del Gesù storico” a cura del prof Franco Squicciarini che inizierà il prossimo venerdì 18 novembre presso la sede della LIPU a Latina – Corso Matteotti 169 (orario corso 18,30-20). Durante sei incontri si affronta l’indagine storica, iniziata nell’800, che cerca di chiarire la figura di Gesù sulla base delle fonti documentarie criticamente vagliate. L’analisi attraversa i testi del Nuovo Testamento insieme a quelli della letteratura medio-giudaica, romana e greca del I sec, per poter giungere a delineare i lineamenti storici di Gesù.

“Sei incontri – spiega Franco Squicciarini – che avranno come filo conduttore il vangelo di Marco alla ricerca del Gesù storico, nello spirito di una presentazione che cerca una consapevole riappropriazione delle “parole” centrali del Cristianesimo: vangelo, regno, sacramento, apostolato, resurrezione, miracoli”.
“Anche per un ateo è importante riflettere sul Nuovo Testamento perché in esso c’è una proposta esistenziale e politica – continua Squicciarini -Troppo spesso i cristiani, e non solo i cristiani, danno per scontato la comprensione del vangelo. Difficilmente lo leggono. Propongo quindi di riflettere sul significato da dare alla parola Cristianesimo perché sento che i cristiani (e le chiese) non sono più capaci di ascoltare la scrittura. Il fiume della tradizione è altamente inquinato da riti abitudinari e dalla logica della appartenenza: ecclesiale, sociale, politica e razziale.

Troppo spesso ormai il Cristianesimo viene usato come certificato di superiorità, per distinguersi dagli altri e ancora peggio come arma contro i nemici politici. Propongo di leggere la scrittura per sottoporci alla sua critica non per certificare le nostre abitudini. Ormai in molti si è stratificata una lettura convenzionale che non coglie tutta la forza della buona novella”.

Franco Squicciarini originario di Priverno, laureato in fisica e docente di scienze nella scuola media. Presidente dei giovani di A.C. nel periodo caratterizzato dalle tensioni sociali e culturali legate agli avvenimenti del 1968. Di formazione cattolica, ha vissuto in Turchia alcuni anni e viaggiato a lungo in Medio Oriente, soprattutto in Iran, Giordania, Siria, Uzbekistan e Kurdistan.

L’Università delle Tre Età di Sermoneta si propone come un’agenzia informativa accreditata e qualificata in grado di formare ed educare in modo continuo, costante e capillare, tutto il tessuto sociale del territorio, dal giovane all’anziano. UNITRE, aderente all’Associazione Nazionale delle Università della Terza Età di Torino, è nata grazie a un protocollo di intesa tra l’amministrazione comunale di Sermoneta, l’Istituto comprensivo Donna Lelia Caetani di Sermoneta e un gruppo di professionisti. L’attività si basa sul volontariato di tutti gli aderenti che desiderano collaborare al progetto e favorisce l’incontro di generazioni e di strati sociali diversi.

Ogni associato versando una quota annuale di 30 euro (nella età compresa tra i 18 ed i 26 questa quota è dimezzata), sarà libero di frequentare qualsiasi corso e attività prevista nel calendario 2016/2017. Per tutti i corsi è richiesto un contributo minimo per il rimborso spese riguardanti il materiale didattico utilizzato. Ogni associato verrà informato via mail sui corsi che verranno effettuati, affinché possa iscriversi per tempo.

Newsletter

[wysija_form id=”1″]

Guarda anche...

acampora

Latina.  “Per far bene, per tutti” 

“PER FAR BENE, PER TUTTI” LA REGIONE LAZIO ILLUSTRA PRESSO IL POLO UNIVERSITARIO PONTINO IL …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.