Napoli: lavorazione artigianale corallo mira a patrimonio Unesco


La lavorazione artigianale del corallo e del cammeo di Torre del Greco (Napoli) candidata a patrimonio immateriale dell’Umanità. È il senso dell’iniziativa presentata all’istituto d’arte Degni alla presenza tra gli altri dei sottosegretari ai Beni culturali e alla Difesa, Antimo Cesaro e Gioacchino Alfano, e dell’assessore alle Attività Produttive della Regione Campania, Amedeo Lepore.
Per questa proposta di candidatura è stato costituito un comitato promotore formato dalle figure rappresentative del settore del corallo e del cammeo di Torre del Greco, all’interno del quale c’è un comitato d’onore che vede coinvolti nomi di spicco nazionali e internazionali.
“Da marzo – fanno sapere i promotori – si lavora alla proposta di candidatura”. A settembre la commissione nazionale italiana per l’Unesco ha ricevuto dal comitato promotore il dossier documentale per l’avvio delle procedure.

Newsletter

[wysija_form id=”1″]

Guarda anche...

cittadini per sabaudia nuovo logo

Arrivano i fondi Unesco, ma il progetto “scaldabagni” dell’Amm. Mosca risulta “non ammissibile”

“Come si può amministrare una città in questo modo? Come si possono perdere occasioni per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *