Sala gremita per l’incontro-seminario tenuto ieri a Latina e organizzato dalla FIVA Confcommercio Lazio Sud

A e il vice presidente FIVA Lazio Sud Silvio Risi. A pendere subito la parola il presidente di Confcommercio Lazio e Lazio Sud Giovanni Acampora, nell’esprimere piena soddisfazione per la riuscita dell’evento ha dichiarato: «Oggi è una giornata importante, di studio e di confronto che fa seguito alla straordinaria Assemblea organizzata a Milano lo scorso 2 febbraio. I risultati raggiunti grazie al confronto con il Vice Ministro Laura Castelli sul Canone unico e sui rinnovi è un punto di partenza importante per andare nella Giusta Direzione. La Confcommercio è la vostra famiglia e siamo qui per supportarvi e sostenere tutte le vostre istanze, non posso che augurarvi buon lavoro e dirvi Benvenuti a casa vostra». Anche il Sindaco della Città di Latina Damiano Coletta, presente all’iniziativa, ha rinnovato i saluti a tutti i presenti e ha espresso il suo apprezzamento per il valore di un settore importante come quello del Commercio su aree pubbliche e ribadendo ancora una volta il suo impegno nel dare risposte concrete agli operatori anche rispetto ad alcune situazioni che da anni stanno generando il malcontento, come il Mercato settimanale del martedì in R6. Il tema ha subito acceso l’interesse dei numerosi operatori presenti che hanno iniziato un vero e proprio dibattito con il Sindaco, il quale si è mostrato disponibile a rispondere a tutte le domande. Il presidente Valter Papetti, Commissario FIVA Lazio ha voluto ribadire la necessità di ridare slancio e forza alla Federazione ripartendo dal basso e ricostruendo la vera forza della FIVA attraverso una presenza sui territori. “Questo incontro – ha affermato – è solo il primo dei tanti che seguiranno su tutti i territori delle Province, ripartiamo insieme per dare risposte, informazioni e supporto agli operatori”. Si è dunque entrati nel vivo del seminario tenuto dal Segretario Nazionale Armando Zelli che con precisione e grande professionalità ha illustrato le novità normative del nuovo testo unico regionale sul commercio e del Decreto Milleproroghe nonché degli Emendamenti sostenuti dalla FIVA a tutela della categoria. Un vero momento di confronto per fare chiarezza sui tanti temi spigolosi che riguardano i Rinnovi delle concessioni in scadenza il 31 dicembre prossimo e sul Canone Unico. “Purtroppo come sempre intorno a determinate tematiche si fa confusione -ha esordito il segretario Zelli – e questo genera inquietudine tra gli operatori, per questo abbiamo deciso di fare qui a Latina questo incontro, grazie soprattutto all’impegno del Presidente FIVA Lazio Sud Roberto Delle Fontane, per dare risposte in merito a questioni delicate e importanti per voi operatori”. Le certezze emerse al termine dell’incontro sono: per le concessioni in scadenza non si dovranno fare bandi, per il canone cosap, tosap e tari dal 1 gennaio 2021 scatta il canone unico, fino a quel momento si pagherà la tariffa vigente e solamente a decorrere dal 2021 i Comuni dovranno dotarsi di un regolamento e predisporre il “CANONE UNICO” . La prossima tappa sarà organizzata a Cassino, alla presenza del presidente nazionale Errico.

Guarda anche..

Presentate le misure sociali, economiche e finanziarie della Regione Lazio per emergenza Covid19

Registriamo con soddisfazione che la Regione Lazio, con il Presidente Zingaretti e l’Assessore allo Sviluppo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi