Tari

Aprilia. Modifiche al regolamento Tari

Riduzioni in bolletta per le famiglie di Aprilia che utilizzano il compostaggio domestico e per gli agriturismi senza ristorazione.

Ancora buone notizie per gli apriliani sul fronte rifiuti, il lavoro dell’amministrazione comunale, dopo la riduzione Tari del 3% per le utenze domestiche e del 7% per quelle non domestiche, ha prodotto agevolazioni maggiorate per chi utilizza la formula del compostaggio.

Dalla bolletta del 2023 infatti l’agevolazione passerà da 10 a 20 euro per ogni componente del nucleo familiare, con un massimo dello sconto fino a 200 euro.

La conferma è arrivata dal recente Consiglio comunale che ha approvato a larga maggioranza le modifiche al regolamento Tari.

La modifica nasce da una mozione presentata della consigliera comunale Alessandra Lombardi che mirava ad incentivare, attraverso la modifica dell’articolo 22 del testo che disciplina la tassa, le buone pratiche di riduzione dei rifiuti.

Una novità sostanziale che premia le migliaia di famiglie che utilizzano la compostiera e che di conseguenza permettono all’amministrazione comunale di ridurre in maniera sensibile il conferimento di rifiuti organici, cioè l’umido presso gli impianti.

Questo meccanismo “virtuoso” va quindi ad incidere sul costo del conferimento finale dei rifiuti. “Durante il Consiglio comunale ho avuto la gioia di veder accogliere la mozione da me presentata lo scorso anno per aumentare lo sconto sulla Tari ai compostatori domestici, a tutte quelle famiglie cioè, che hanno deciso di trattare in proprio il rifiuto organico per produrre un fertilizzante per i propri giardini, ha commentato la consigliera comunale Alessandra Lombardi, questo maggiore incentivo va nella direzione di premiare i comportamenti virtuosi, quindi quelle azioni che diminuiscono i rifiuti prodotti da ognuno, nel caso dell’umido si tratta di quantità piuttosto ragguardevoli circa 200 kg l’anno a persona.

Contestualmente ho anche chiesto che si facciano dei controlli a campione per evitare che la buona volontà di molti sia tradita da chi si iscrive all’albo, ma poi non utilizza davvero la compostiera, creando un doppio danno economico alla collettività”.

Le modifiche al regolamento riguardano anche quelle strutture ricettive senza ristorazione. Per loro l’amministrazione comunale ha introdotto una nuova categoria : la 8 bis che disciplina le tariffe da applicare agli alloggi nell’ambito dell’agriturismo, ovvero bed e breakfast senza la ristorazione.

La nuova categoria dedicata a questa tipologia di attività prevede una tariffa più bassa rispetto agli agriturismi con ristorazione.

Guarda anche...

aprilia

Aprilia. “Fuoriclasse in piazza”

L’amministrazione comunale informa che venerdì 27 si terrà l’evento “Fuoriclasse in piazza”. Un patto educativo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.