Grotta Guattari Sabaudia

Sabaudia, inaugurazione del percorso di visita alla Grotta Guattari


Il Soprintendente, dott. Francesco Di Mario, è lieto di annunciare l’inaugurazione del percorso di visita dell’ormai famosa Grotta Guattari.

Dopo il successo della giornata di studi e divulgazione del 19 maggio 2019, ottant’anni dopo la scoperta, e delle successive pubblicazioni, dopo le recenti campagne di indagine archeologica e di approfondimento svolte anche all’esterno della grotta stessa, con un importante ampliamento dell’area indagata, la grotta verrà aperta alla fruizione del pubblico con un nuovo percorso didattico che includerà un’esperienza di realtà virtuale immersiva.

In quest’occasione si illustreranno le risultanze delle ultime scoperte archeologiche e delle recentissime ricerche effettuate nel sito neandertaliano; le analisi svolte sui resti fossili ci raccontano della fauna che abitava il Promontorio del Circeo e delle caratteristiche di questo territorio, habitat dei mammiferi, anche di grande taglia, ivi rinvenuti; della frequentazione della grotta, che sta restituendo informazioni inaspettate ed importanti per conoscere meglio la storia, anche evolutiva, dell’Uomo. I cospicui ritrovamenti di resti fossili e la singolarità di tali evidenze archeologiche conferiscono continuità cronologica al percorso dell’Uomo nella Preistoria nel nostro territorio.

Dalla volontà di valorizzare questo contesto di grande rilievo per lo studio della Preistoria e delle frequentazioni di questi luoghi da parte dell’Uomo già da epoche così antiche, nasce l’idea di consentire l’accesso ad un luogo dalle caratteristiche conservative peculiari, con un percorso di visita didattico e innovativo, anche con l’utilizzo della più moderna tecnologia, che possa rendere la visita ad un sito archeologico, di per sé “ostico”, maggiormente consapevole.

Durante questa mattinata, alla presenza delle autorità del Ministero, delle autorità locali e regionali, si illustreranno le ultime ricerche effettuate sul sito neandertaliano, evidenziando le eccezionali scoperte: importanti aggiornamenti sui nuovi rinvenimenti, anche di reperti umani.

Grande la soddisfazione della Soprintendenza, promotrice delle ricerche, nel restituire al pubblico godimento questo importante sito per la storia dell’evoluzione dell’Uomo e per la storia del nostro Paese.

I volontari della Delegazione Fai di Latina accompagneranno, i visitatori attraverso le vicende del fortunoso rinvenimento del cranio dell’Homo Neanderthalensis e delsuo ruolo nel percorso dell’evoluzione umana. Stupirà i visitatori la vista di un antro chiuso da una frana migliaia di anni fa e rimasto, da allora, intatto per oltre 50.000 anni. Il deposito della Grotta, scavato è tuttora uno dei più ricchi dal punto di vista faunistico grazie alla presenza di numerose ossa su tutta la paleosuperficie.

Le visite si svolgeranno anche in lingua.

Comunicato Stampa: SABAP-LAZIO – EVENTI


Guarda anche...

Varco Moravia

Lungomare: Varco Moravia, nuova Ordinanza del Sindaco di Sabaudia

Rimarrà aperto fino al 30 settembre Nuova ordinanza adottata dal Sindaco di Sabaudia Alberto Mosca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *