Il presidente tunisino: “L’Islam non è incompatibile con la democrazia”

Il presidente tunisino Beji Caid Essebsi ha parlato ai parlamentari europei durante la plenaria di oggi all’interno della discussione sui futuri sviluppi delle relazioni Europa – Tunisia. Essebsi ha definito la visita “un momento storico e fortemente simbolico” e spiegato l’impegno del suo paese per la democrazia e la pace.

“La Tunisia è determinata a dimostrare che l’Islam non è incompatibile con la democrazia”, ha spiegato il presidente tunisino Beji Caid Essebsi, eletto alla fine del 2014 dopo aver vinto le prime elezioni libere del paese.

Quest’anno è il 40esimo anniversario del primo accordo di cooperazione tra Europa e Tunisia. Parlando ai parlamentari in plenaria, Essebsi ha spiegato: «Il destino della Turnisia è stato da sempre legato a quello dell’Europa. Abbiamo sempre mantenuto i rapporti armoniosi ed è da qui che bisogna partire per costruire una relazione forte”.

Il presidente ha sottolineato anche le sfide da affrontare per la Tunisia : “Il nostro paese è un obiettivo per i terroristi. Il nostro esperimento democratico è ancora molto vulnerabile. Abbiamo bisogno più che mai del supporto europeo”

Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz ha lodato la Tunisia nel suo discorso d’apertura: “Il vostro paese è pluralista e tollerante oggi. La costituzione garantisce il rispetto della legge, le libertà individuali e equità per tutti in un momento cruciale in cui i populisti cercando di seminare paura”.

Newsletter

Guarda anche...

Martin-Schulz

Germania. Martin Schulz rinuncia al Ministero degli Esteri

Il leader dell’Spd, Martin Schulz, ha ufficializzato la sua rinuncia alla carica di ministro degli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.