Home | IN News | In Attualità | Roma. “Impresa” aderisce a Confcommercio – Imprese per l’Italia Lazio Sud

Roma. “Impresa” aderisce a Confcommercio – Imprese per l’Italia Lazio Sud

Nella suggestiva cornice della sede nazionale di Confcommercio – Imprese per l’Italia, in Piazza Belli a Roma, è stato suggellato un passo importante per il mondo associativo.

Con la conferenza stampa di questa mattina tenutasi presso la sala Colucci, è stata ufficializzata l’adesione di Impresa – Associazione dell’Industria e delle Piccole e Medie Imprese che, nella sua articolazione nazionale e territoriale, associa imprese Industriali-Manifatturiere e Piccole e Medie Imprese Industriali e di Servizi a Confcommercio – Imprese per l’Italia Lazio Sud, diramazione della Confederazione Generale Italiana delle Imprese, la più grande rappresentanza sul territorio Nazionale e Europeo delle Attività Professionali e del Lavoro Autonomo con oltre 700.000 imprese associate.

Un accordo tra persone il cui rapporto oltre ad essere di lungo corso si basa sulla grande stima, sulla fiducia e sulla collaborazione tra i soggetti delle due associazioni, imprenditori e struttura.

Impresa nasce per la prima volta dall’iniziativa di imprenditori laziali con l’obiettivo di veicolare le energie degli stessi per unire, condividere, costruire e crescere, rappresentando al meglio la grande vivacità e l’altissima qualità del mondo imprenditoriale targato Made in Italy.

Con Impresa gli imprenditori hanno dimostrato di voler difendere un patrimonio di valori costruiti nel tempo dentro una “coesione” ben organizzata che ha saputo esaltare le potenzialità di primo ordine del tessuto industriale a partire dai territori.

Altro obiettivo è quello di assicurare un ruolo di centralità dell’impresa, rappresentandone e promuovendone i valori presso le istituzioni, le pubbliche amministrazioni, le organizzazioni economiche, politiche, sindacali e sociali.

In soli sei mesi l’Associazione è cresciuta in modo esponenziale, annoverando tra le sue fila circa 150 aziende associate che rappresentano oltre 4.000 lavoratori, mantenendo così un alto profilo della cultura d’impresa.

Con la stipula dell’accordo tra i rispettivi Presidenti: Giovanni Acampora, Confcommercio – Imprese per l’Italia Lazio Sud e Giampaolo Olivetti, Impresa, le due Associazioni intendono avviare un rapporto di collaborazione, promuovendo ogni più ampia e possibile sinergia per la realizzazione di azioni comuni dando voce ai propri associati all’interno delle massime istituzioni italiane.

L’ingresso di Impresa nella grande famiglia Confcommercio – Imprese per l’Italia Lazio Sud rappresenta un forte segnale della volontà di proiettarsi verso il futuro.

Ad aprire i lavori, coordinati dal Direttore di Latina Quotidiano Oggi Alessandro Panigutti, è stato il Presidente di Confcommercio Lazio e Lazio Sud Giovanni Acampora che ha guardato l’adesione con grande entusiasmo e soddisfazione soprattutto in un momento in cui “il contesto socio-economico, caratterizzato da forte complessità e dinamicità, condiziona la richiesta di servizi espressa dai clienti, la domanda è sempre più articolata – ha affermato Acampora- , prevede il ricorso a servizi che appartengono a più settori presenti all’interno del mondo Confcommercio e implica l’intervento di un elevato numero di figure professionali diverse, che devono quindi trovare la giusta tutela. Questa unione tra le due associazioni è frutto di amicizia, rispetto e condivisione dei valori. Non ci si sovrappone bensì completa” ha detto e guardando i tanti imprenditori presenti ha sottolineato “Su alcune tematiche sarete protagonisti e noi saremo al vostro fianco”. L’incontro è stata l’occasione per annunciare il prossimo passo a livello regionale “Nel prossimo consiglio del Lazio con il Direttore generale Di Cecca discuteremo dell’adesione di Impresa in Confcommercio Lazio. In questo contesto – ha aggiunto il Presidente -, plaudiamo all’ingresso di Impresa in Confcommercio Lazio Sud come primo importante passo verso l’allargamento della rappresentanza del settore dell’industria manifatturiera all’interno del sistema confederale. Siamo onorati di accogliere nella nostra grande famiglia Impresa che nonostante la giovane età si sta muovendo a grandi passi”.

Un momento storico anche per Confcommercio Nazionale, a portare i saluti della Confederazione la Vice Presidente Nazionale nonché Presidente Fida e Presidente della Commissione Lavoro di Confcommercio Donatella Prampolini “Non è un caso che io sia qui oggi – ha detto -, ho rappresentato Confcommercio al Mise con il Vicepremier Di Maio e in quella sede abbiamo sottolineato, con forza, l’importanza della rappresentanza. Non si può parlare delle nostre imprese senza avere dietro un peso specifico e l’esempio è il lavoro del Presidente Acampora che ha iniziato e proseguito con successo il percorso di fusione tra le due province Latina e Frosinone, per poi prendere le redini del regionale ed ora l’ingresso di una nuova rappresentanza. Il nostro obiettivo è quello di allargarci a tutte le categorie. Questa è una operazione eccezionale. Un plauso all’amico Giovanni per la sua politica di espansione in Confcommercio”.

Tante sono state le associazioni di categoria che hanno provato a corteggiare l’Associazione ma nessuna di essa sembrava uniformarsi ai quattro cardini su cui si basa Impresa: unire, condividere, costruire crescere e quelle proposte, se accolte, avrebbero fatto venire meno l’identità forte e messo in discussione l’autonomia.

“L’accordo con Confcommercio – ha dichiarato il presidente di Impresa Giampaolo Olivetti – si basa fondamentalmente sullo scambio delle competenze e delle diverse esperienze e rappresenta per gli imprenditori associati un acceleratore di crescita.

Ciò che abbiamo apprezzato della proposta di Confcommercio è stato il fatto di averci garantito il rispetto dell’autonomia e dell’identità essendo i nostri associati rappresentativi del settore industriale – manifatturiero.

Impresa e Confcommercio condividono moltissimi principi su cui s’ispira l’azione rappresentativa nei confronti delle aziende e attraverso l’adesione a Confcommercio, che sarà in primo luogo regionale e poi nazionale, Impresa diventerà un’associazione con una forza politica – economica e sindacale di primo ordine. Insieme, unendo le competenze, le forze e le energie possiamo solo migliorare e potenziarci. La condivisione dell’esperienze dei nostri associati sarà per entrambi un valore aggiunto”.

Parole condivise dal Direttore generale Salvatore Di Cecca “Siamo felici di poter annunciare l’ingresso di Impresa in Confcommercio, a conferma della crescente importanza della nostra Associazione, e dell’affermazione di Impresa come punto di riferimento per il mondo dell’industria manifatturiera e dei servizi.

Entrare in Confcommercio rappresenta, sicuramente, un’opportunità per essere presenti ed essere rappresentati all’interno del Sistema Confederale per poter avviare un sistema di relazioni efficace e produttivo fra industria e commercio.
L’obiettivo principale di questo percorso insieme sarà quello di garantire la massima assistenza alle imprese aderenti ad Impresa sia dal punto di vista normativo sia di quello della formazione, creando così i presupposti per ampliare la filiera dei settori a noi aderenti, assicurare una presenza ancor più capillare sul territorio locale e regionale e sviluppare iniziative e sostenere nuovi imprenditori” ha detto guardando all’amico e collega Saverio Motolese Direttore Generale di Impresa

“Da Direttore – aggiunge Motolese – credo che non avremmo potuto scegliere, ed essere scelti da un’associazione dal così alto valore aggiunto soprattutto per quanto riguarda la tutela degli interessi degli imprenditori nei confronti del mondo politico e istituzionale.

Inoltre condividiamo e apprezziamo da sempre l’impegno di Confcommercio ad unire le associazioni datoriali che negli ultimi anni hanno subito un forte indebolimento a seguito della crisi che ha subito il sistema della rappresentanza nei livelli intermedi. Conosco bene Confcommercio e i suoi imprenditori, ho potuto constatare di persona l’azione e soprattutto i risultati raggiunti dal Presidente regionale Giovanni Acampora supportato egregiamente dal Direttore regionale Salvatore Di Cecca i quali hanno portato in pochissimi anni ad una crescita sorprendente di Confcommercio che da oggi attraverso Impresa potrà vantare anche una rappresentanza significativa e di alto valore imprenditoriale nel settore manifatturiero – industriale.”

Tra i presenti alla conferenza anche la Direttrice del Fondo For.Te Eleonora Pisicchio che ha illustrato ai presenti l’importanza della formazione continua a costo zero per le aziende, leva importante per lo sviluppo non solo individuale per prevenire eventuali occupazioni ma soprattutto per le aziende stesse e facendo riferimento al video emozionale di Confcommercio ha detto “Occorre partire dai territori, dalla rappresentatività, dalle persone” ed il Capo di Gabinetto del Presidente Nazionale Carlo Sangalli Renato Mattioni.

Newsletter

Guarda anche..

Confmare Lazio Sud, passaggio di consegne nel sindacato di Confcommercio Lazio Sud

Confmare Lazio Sud, passaggio di consegne nel sindacato di Confcommercio Lazio Sud, dedicato all’economia del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi