marchio de.co. sabaudia

Sabaudia. Marchio De.Co., botta e risposta tra Celebrin e Palmisani

“Si pensa ad un video ma le aziende hanno bisogno di altro. Basta con il parlare ad ogni costo, bisogna pensare a lavorare per la comunità”

Botta e risposta in Consiglio comunale sul tema del marchio De.Co. L’assessore alle Attività produttive, Emanuela Palmisani, risponde puntualmente all’interrogazione del consigliere Massimo Celebrin precisando l’azione dell’Amministrazione comunale per la promozione e il supporto alle imprese agricole del territorio.

“Ancora una volta si guarda la pagliuzza nell’occhio facendo finta di non vedere ciò che veramente importa. Il Consigliere Celebrin chiede conto del video promozionale realizzato quando era membro della Maggioranza con delega all’agro-economia; vuole sapere perché non è mai stato pubblicato sul sito comunale e mai trasmesso in occasione di eventi pubblici, ma non si accorge che il suddetto è stato diffuso e pubblicato nel portale dell’Ente e trasmesso nello stand comunale durante la Coppa del Mondo di Canottaggio ed è stato utilizzato alla Fiera di Madrid del 2019 (ultima occasione disponibile prima del blocco delle manifestazioni di settore). Lo stesso, inoltre, è stato utilizzato dal Comune per l’inoltro della candidatura per l’assegnazione delle Spighe Verdi, conferite dalla Fee a quei Comuni che promuovono uno sviluppo rurale sostenibile, la cura dell’ambiente e la difesa del paesaggio. Sabaudia è la prima volta che si candida e ottiene tale vessillo. Non ci sono state altre occasioni utili, altrimenti il video avrebbe avuto un’ulteriore diffusione – commentano dalla Maggioranza – Il video rappresenta una sintesi delle tante eccellenze del settore del nostro territorio e può essere un valido strumento di promozione, ma non può essere annoverato tra le attività indispensabili di un’Amministrazione comunale a supporto del comparto. A nostro parere sono molte altre le urgenze e necessità da assicurare ad agricoltori e imprenditori, come una riprogrammazione dell’intero settore, a partire dalla omogeneizzazione delle procedure: attività che si sta concludendo con una standardizzazione degli iter burocratici e dei modelli di istanza, a garanzia di una facilità e rapidità di accesso alle procedure. Insieme a ciò l’azzeramento dei Pua agricoli e il supporto alle aziende nelle richieste di risarcimento danni alla Regione Lazio, in relazione allo stato di calamità naturale riconosciuto a seguito dei violenti eventi atmosferici che si sono abbattuti sul territorio nell’ultimo biennio. Basta con la strumentalizzazione di ogni cosa, basta col voler vedere sempre e solo ciò che fa comodo a se stessi, basta con il parlare ad ogni costo… a volte è meglio tacere e lavorare per la propria comunità”.

Guarda anche...

opus sabaudia

Cresce l’attesa per il debutto casalingo dell’Opus Sabaudia

A Sabaudia cresce l’attesa per il debutto casalingo di domenica! Ecco la campagna abbonamenti del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.