fuochi-artificio

Aprilia vietati i petardi e fuochi d’artificio per Capodanno


Nelle scorse ore il sindaco Aprilia Lanfranco Principi ha disposto l’ordinanza che vieta su tutto il territorio comunale l’utilizzo di petardi e fuochi d’artificio, dal 30 Dicembre 2023 fino al 6 Gennaio 2024.

La misura preventiva è stata assunta tenendo conto dei danni che l’utilizzo di petardi, fuochi d’artificio e oggetti similari possono arrecare alle persone, agli animali e alle cose, incidenti spesso provocati dall’uso incauto e imprudente di tali dispositivi.

Ad avvalorare la scelta anche la consapevolezza consolidata ormai da tempo, che l’impiego di petardi e fuochi artificiali mediante la combustione di materiali, contribuisce all’emissione di inquinanti nell’ambiente in spregio agli adottati provvedimenti di riduzione delle emissioni di polveri sottili PM10 e biossido di azoto e aumentano il quantitativo di rifiuti difficili da differenziare.  

L’atto infine risponde alla volontà dell’amministrazione di prestare una particolare attenzione alla tutela degli animali d’affezione e ai danni che potrebbe arrecare loro l’esposizione a rumori molesti.

L’inosservanza del provvedimento comporterà l’emissione di una sanzione amministrativa da 25,00 a 500,00 euro.

“L’amministrazione – sottolinea il sindaco Lanfranco Principi – avverte il dovere morale di predisporre tutte le azioni volte a prevenire possibili incidenti derivanti dall’uso incauto di botti, petardi e materiali esplosivi. Ogni anno le cronache riportano un resoconto tragico degli incidenti e delle mutilazioni, soprattutto a danno di minori, che derivano dall’uso di fuochi d’artificio e similari. Inoltre, le sofferenze arrecate ai nostri amici a quattro zampe, il danno ambientale legato a emissioni e difficoltà di smaltimento di tale tipologia di rifiuto, ci hanno spinto a prevedere questa misura restrittiva a tutela dei nostri cittadini”. 

Comunicato stampa: Comune di Aprilia


Guarda anche...

Aprilia conferenza sindaco

Esproprio parco via dei Mille, Aprilia salva dal pericolo di dissesto

“L’amministrazione è riuscita a scongiurare il rischio di dover dichiarare dissesto finanziario, che avrebbe condannato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *