Latina parco
Area verde di via Roccagorga Latina

Lavori conclusi al parco di via Roccagorga di Latina


Il parco di via Roccagorga, inserito nel progetto europeo Upper Parchi produttivi urbani per lo sviluppo di tecnologie e servizi connessi a soluzioni basate sulla natura, è stato oggetto di importanti interventi di rigenerazione urbana. Completati i lavori, con una delibera di giunta approvata nella giornata di oggi l’amministrazione comunale ha dato mandato agli uffici di procedere con la procedura consultiva di mercato preventiva all’indizione del bando per l’affidamento in gestione.

“Il parco produttivo di via Roccagorga, situato in zona mercato – dichiara Ada Nasti, assessore al Patrimonio, su indirizzo della quale è stata approvata la delibera – sarà destinato ad ospitare servizi di tipo socio-educativo, sportivo-ludico, sociale, ricreativo e sanitario basati sul contatto, lo studio e l’esperienza diretta con la natura. Le attività saranno organizzate anche in collaborazione con le scuole e gli attori sociali del territorio e sarà uno spazio multifunzionale dedicato al benessere psicofisico dei cittadini e della socialità. L’attivazione della procedura è finalizzata a coinvolgere gli operatori attivi nel settore florovivaistico, del tempo libero, dell’inclusione sociale, della ristorazione, delle associazioni di categoria ma anche di cittadini singoli o associati così da poter reperire informazioni ed esperienze di gestione utili alla definizione di uno studio di fattibilità di massima per il progetto di gestione da porre a base di gara”.

Con la stessa delibera viene dato mandato agli uffici di verificare se sussiste la possibilità di attivare un patto di collaborazione per l’apertura e la chiusura del parco in attesa della definizione della procedura di gara.

Comunicato Stampa: Comune di Latina


Guarda anche...

Agricoltura

Avviato l’iter per la ricognizione delle attività produttive in zona agricola

All’ordine del giorno della commissione Attività produttive, presieduta dal consigliere Dino Iavarone, la ricognizione delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *