Antonio Vitaletti

Antonio Vitaletti, candidato per Azione Sabaudia, interviene sul tema del consumo di suolo

L’Ing. Antonio Vitaletti, candidato per Azione al consiglio comunale, interviene sul tema del consumo di suolo :“L’abbattimento del consumo di suolo è la premessa necessaria per garantire una ripresa sostenibile del nostro territorio attraverso la promozione del capitale naturale, la riqualificazione e la rigenerazione urbana e l’edilizia di qualità, oltre al riuso di immobili confiscati alla criminalità, recuperando gli stessi e destinandoli per fini culturali e sociali”.

Vitaletti prosegue, evidenziando la situazione relativa agli ultimi anni: “Negli anni abbiamo assistito inermi a un progressivo spopolamento del centro con conseguenze sull’economia e sulla vita della città, per questo è necessario superare gli attuali e inadeguati strumenti urbanistici, favorendo eventuali iniziative di natura edilizia in aree già urbanizzate, incentivando le ristrutturazioni o i cambi di destinazione di immobili in disuso”.

E prosegue: “In questo contesto, e in linea con il raggiungimento degli obbiettivi fissati dall’Agenda 2030, a salvaguardia del decoro urbano, particolare attenzione viene posta su quelli che sono gli edifici storici dismessi (ex-hotel Al Lago, ex-cinema Augustus, ex-ristorante La Terrazza) e siti archeologici (Canale neroniano) per porre fine al decennale degrado in cui sono stati lasciati e perseguendo un “Piano colore” della città”.

Infine, conclude: “Il nostro piano di governo prevede una proposta aperta al dialogo e basata sul confronto con tutti gli attori presenti sul territorio, dalla cittadinanza fino all’ente Parco, per costruire insieme una città che guardi avanti”.

Guarda anche...

Azione logo

Inaugurazione della sede di “Azione Sabaudia”

Domenica 18 Settembrealle ore 18:00 in via Emanuele Filiberto Testa di Ferro, nell’ambito di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.