danilo zomparelli terracina

FDI Terracina: “La nostra stella polare è realizzare il programma votato dai cittadini terracinesi”

Apprendiamo dagli organi d’informazione locali che il PD locale fatica a comprendere il motivo per cui esiste Fratelli d’Italia, anche a Terracina: difendere le persone che vi abitano, le loro radici e il loro progetto di vita. Con coerenza e semplicità, sempre e comunque. Nel consiglio comunale del 14 giugno, infatti, abbiamo espresso attraverso il voto un concetto fondamentale che sembra sfuggire ai più in favore di una narrazione di fratture e divergenze: Fratelli d’Italia amministra la Città con un preciso programma elettorale, approvato e sostenuto dal consenso elettorale ottenuto.

E questo abbiamo voluto rappresentare anche ieri in aula, in occasione delle tre mozioni all’ordine del giorno. Abbiamo infatti discusso e approvato la nostra mozione relativa allo spostamento degli uffici tecnici comunali da Palazzo Braschi nelle nuove strutture nel quartiere Calcatore, che oltre ad essere idonee per la preservazione e la strutturazione di un archivio facilmente consultabile, dispongono di fatto di locali e parcheggi adeguati a servizio di un settore ampiamente fruito dai cittadini. La valorizzazione del quartiere passa soprattutto per la presenza stabile della amministrazione comunale, incentivando con la sola presenza il nascere di attività a servizio. Il plus di questa soluzione è poi rappresentato dalla liberazione di Palazzo Braschi, un palazzo gioiello del nostro patrimonio architettonico e artistico che auspichiamo venga destinato all’esposizione artistica, alla formazione accademica e culturale, come da anni abbiamo sempre detto.

Abbiamo poi sostenuto la proposta avanzata dai consiglieri Feudi e Caringi poiché in linea con la nostra visione di città: il quartiere dove sorgono le cosiddette “catacombe” necessita da anni di un intervento importante di riqualificazione e riteniamo si debba andare avanti celermente con l’iter proposto dall’ATER al fine di realizzare nuove abitazioni popolari e di housing sociale, che darebbero nuova linfa al quartiere tutto, attraverso un investimento sulla città che non avviene da decenni.

Infine, abbiamo ribadito la nostra posizione respingendo la mozione proposta dalla consigliera Norcia (Lega) poiché, pur condividendone alcuni passaggi, riteniamo non siano imputabili all’attuale Consiglio di amministrazione dell’azienda speciale le responsabilità enunciate. D’altra parte, ci preoccupa la scarsa trasparenza e la poca condivisione con la parte politica da parte della direttrice che potrà e dovrà essere maggiore nei mesi a venire.

Nella votazione delle mozioni in aula, abbiamo dimostrato compattezza e presenza costante. Sappiamo di essere la più grande forza politica presente in Consiglio comunale e quindi determinanti negli indirizzi espressi.

Se ne faccia una ragione il Pd e chi crede che si tratti di meri capricci: FDI difenderà sempre e comunque l’interesse dei terracinesi, all’interno della maggioranza quando possibile, all’interno del consiglio comunale quando necessario. Troppe scelte sono maturate negli ultimi tempi senza il nostro consenso e sono state avallate per mero spirito di squadra. Ora è tempo di ristabilire i ruoli e le responsabilità di governo.

Guarda anche...

Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta

Racice (CZE), Mondiali assoluti: altre 4 barche in finale per l’Italremo

L’Italia, nella quinta giornata dei Mondiali Assoluti di Racice (Rep. Ceca), interamente dedicata alla disputa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.